La flora e la fauna

Sgarza ciuffetto

Sgarza ciuffettoSvasso MaggioreIbisco di paludeNannuferoCarice
Sgarza ciuffettoSvasso MaggioreIbisco di paludeNannuferoCarice

La Riserva appare come un dedalo di canali contornati da canneti e cariceti dove, tra la fitta vegetazione, si naviga silenziosamente sulle acque colorate da ninfee, nannuferi, ibischi di palude e castagne d’acqua.

È il regno incontaminato degli uccelli acquatici quali aironi, svassi, tarabusi e altre rare specie che qui sostano e nidificano.

Poco prima di Mantova il Mincio si allarga formando il Lago Superiore: il primo dei tre laghi che circondano la città, riconoscibile per l’immancabile fioritura estiva del fior di Loto.

L'attuale aspetto è influenzato dalle opere antropiche che si sono susseguite nel corso dei secoli per dominare il corso delle acque e piegarlo alle esigenze umane, ma in brevi tratti si conservano ancora importanti testimonianze naturalistiche. La straordinaria presenza di uccelli, con circa 300 specie fra nidificanti, stanziali, migratrici oltre alla vegetazione acquatica costituiscono un patrimonio biologico di elevato valore